Gara UCI
Ciclista UCI
Fantasquadra
Gioca gratis al fantaciclismo
MENU
HOME / BLOG / GUERRA ALL'ULTIMO SANGUE AL FIANDRE, CHI LA SPUNTERà ?

Guerra all'ultimo sangue al Fiandre, chi la spunterà ?

Altro
© images2.gazzettaobjects.it
0 commenti
10 visualizzazioni
CalendarioPubblicato il 01 Aprile 2017 alle 14:59
CONDIVIDI
Tempo di lettura: 3'
Ronde van Vlaanderen, meglio conosciuta come il Giro delle Fiandre prenderà il via domani. Quest'anno i giudici saranno più severi minacciando squalifiche a chi eviterà i tratti di pavé, passando a bordo strada. Classica è e classica deve essere. Quest'anno il Giro delle Fiandre sarà un vero e proprio Fight Club.

La Quick Step, squadra favorita con un rinato Gilbert, Lampaert e Boonen (primo e secondo alla Dwar door Vlaanderen), e i mai banali Terpstra e Stybar hanno dichiarato apertamente guerra a Peter Sagan, dicendogli che se perdono loro perderà anche lui.
Si gioca per perdere ? E allora tra i due litiganti il terzo code e Greggone Van Avermaet è sempre in agguato.
Naesen con il passaggio all'Ag2r è definitivamente esploso. Ha già mostrato di poter essere presente in questi tipi di corse e sottovalutarlo potrebbe essere un errore.
L'Astana come sempre non ha un vero leader ma schiera una serie di cagnacci che in qualche modo vorranno provare a cambiare le carte in gioco e con corridori come Lutsenko, Gatto, Breschel e Valgren sarebbe opportuno non abbassare la guardia.
Nella Bahrain in questa occasione l'uomo di riferimento potrebbe essere Bonifazio, supportato da Bozic e Colbrelli.
La Cannondale ha in Vanmarcke il suo faro, ma quest'anno Sep non si è ancora mai visto, mostrerà al Fiandre quanto vale? O sta aspettando la Roubaix?
La Fdj punta forte sul solito Demare, ma probabilmente il francese è un gradino sotto rispetto ai favoriti di giornata, che salti fuori Guarnieri? In Catalogna ha fatto bene, ma sembra difficile.
La Lotto anche per questa corsa schiera una formazione di tutto rispetto con Benoot, Sieberg, Gallopin e Debusschere, qualcuno nel finale vorrà esserci sicuramente.
Per quanto riguarda la Movistar, anche in questa occasione sembra aver schierato una formazione che faticherà molto a stare con i migliori nel finale. Non hanno un vero e proprio uomo per le Classiche del Nord.
L'Orica invece è già andata vicina al successo più di una volta con un sorprendente Durbridge e con Keukeleire ma c'è da sottolineare che in squadra sono presenti anche Cort Magnnus Nielsen e Mezgec.
In casa Dimension Data continuano ad aspettare tutti quanti Boasson Hagen, ma l'unico che fa parlare di sé in maniera positiva è Thwaites anche se difficilmente sarà protagonista nel finale.
In Katusha invece Kristoff è in una forma strepitosa e vorrà bissare il successo del 2015, come alternativa il team russo ha Tony Martin.
Il Team Nl Lotto Jumbo, vede in Boom il suo leader, mentre la Sunweb punta tutto su Soren Kragh Andersen. La Sky invece ci proverà con Rowe e Stananrd ma Moscon (se non cade) è sempre da citare.
La Trek cercherà il successo con Degenkolb anche se il tedesco, dopo l'infortunio, non sembra più quello di prima e sta cercando ancora la forma migliore. Per questo Stuyven e (forse) Felline e Van Poppel potranno essere protagonisti del team statunitense.
Nella 3 giorni de la Panne, la UAE ha dimostrato il loro stato di forma con più di un elemento spaziando da Consonni, Modolo e pure Guardini, questi 3 cercheranno un piazzamento (difficile) nella top 10.
Tra le squadre invitate citiamo solamente la Wilier visto che Pozzato è tornato a fare i conti con il suo passato. Ricordiamo tutti come è finita nel 2012.
01 Aprile 2017
© Riproduzione riservata

Commenti


Non ci sono ancora commenti per questo articolo


Per lasciare un commento devi eseguire il login