Gara UCI
Ciclista UCI
Fantasquadra
Gioca gratis al fantaciclismo
MENU
HOME / BLOG / AMSTEL GOLD RACE DAI GRANDI NOMI

Amstel Gold Race dai grandi nomi

Altro
© cdn.media.cyclingnews.com
0 commenti
17 visualizzazioni
CalendarioPubblicato il 15 Aprile 2017 alle 13:07
CONDIVIDI
Tempo di lettura: 4'
Sono appena finite le Classiche del Nord ed è già tempo di gustarsi le Classiche delle Ardenne dove potrebbero cambiare i protagonisti vista l'assenza delle temibili pietre.

I grandi assenti al via della corsa della birra saranno Sagan e Alaphilippe ma la Quick Step potrà contare su uno splendido Gilbert che sul Cauberg sa volare ed è stato in grado di vincere questa corsa ben 3 volte e di conquistare un mondiale con un assolo proprio su queste strade. In squadra con il vincitore del Fiandre non bisogna dimenticarsi di Daniel Martin (probabilmente più adatto a una Liegi) e a Vakoc.
Il detentore, Enrico Gasparotto, difficilmente riuscirà a ripetersi ma in casa Bahrain c'è un pimpante Colbrelli, recente vincitore della Freccia del Brabante e sicuramente uno dei grandi favoriti, terzo l'anno scorso. Kwiatowski ha già dimostrato quest'anno di essere tornato quello dei tempi migliori. Ha già vinto l'Amstel nel 2015 e fare il bis di certo non gli dispiacerebbe, sarà uno dei grandi protagonisti nel finale.
La Movistar, finalmente, schiera alle Classiche una formazione di tutto rispetto con Valverde, in grande spolvero in questo inizio di stagione e con tanta voglia di vincere l'Amstel dopo aver collezionato ben 3 podi.
L'Orica potrà puntare sui suoi molteplici capitani, tutti in grado di fare la propria corsa da Kreuziger, a braccia alzate nel 2013, Albasini che sta ritrovando la condizione migliore, Gerrans ben 3 volte sul gradino più basso del podio, Impey, Juul Jensen e pure Keukeleire. Dire chi sia la punta di diamante del team australiano è difficile ma saranno tutti in grado di fare un'ottima corsa. Formazione di tutto rispetto anche quella del Team Sunweb che schiera al via Matthews ma che si potrà affidare anche a Kelderman, Geschke, Barguil e al giovane Oomen. La Lotto Soudal arriva alle Ardenne dopo aver effettuato una pessima campagna del Nord e punteranno tutto sulla terribile coppia Wellens - Benoot e su Jelle Vanendert, capace di ottenere già due secondi posti nella Classica della Birra. La Bmc potrà affidarsi a uno straordinario Van Avermaet fresco vincitore della Parigi Roubaix la settimana scorsa, mentre nella Lotto Nl Jumbo potrà forse giocarsi le proprie carte Battaglin.
La Bora senza Sagan e la Katusha senza Kristoff sembrano le formazioni meno pronte ad affrontare questa corsa e ad essere presenti nel finale.
Felline invece in casa Trek, dopo la caduta dell'anno scorso avvenuta nel trasferimento, è chiamato alla prova di maturità e potrebbe dimostrare di essere davvero maturo. Occhio.
L'Astana come in tutte le prove fino a qui corse non ha un unico leader, potrebbe far bene Valgren, secondo lo scorso anno, Gatto che punta forte su questa corsa, senza sottovalutare i mai banali Fuglsang, Breschel e Lutsenko.
Le squadre francesi Fdj e Ag2r non sembrano avere gli elementi per far bene e quest'ultima probabilmente si aggrapperà disperatamente al solito Naesen ma senza pietre sarà tutta un'altra storia.
L'UAE invece si giocherà più di una carta sia con Ulissi e Rui Costa che cercheranno di essere protagonisti sul Cauberg sia con Swift in caso di un gruppo ristretto allo sprint. La Cannondale non sembra aver un capitano designato ma proverà a infiammare la corsa con corridori scattanti come Slagter e Langeveld (terzo nel velodromo di Roubaix), mentre la Dimension Data punterà su Haas che all'inizio di questa stagione andava davvero forte.
Questa volta non vanno sottovalutate le squadre "minori", su tutte la CCC Sprandi con Paterski che potrebbe essere la mina vagante di questa corsa e la Direct Energie che schiera al via Coquard, splendido al Fiandre e se dovesse arrivare con un gruppetto potrebbe essere sicuramente tra i più veloci. Non va assolutamente sottovalutato.
Da segnalare la presenza al via anche della Bardiani.


Borsellino favoriti
5 stelle: Gilbert, Colbrelli, Van Avermaet

4 stelle: Kwiatkowski, Valverde, Matthews, Felline, Coquard

3 stelle: Keukeleire, Wellens, Benoot, Ulissi

2 stelle: Gasparotto, Gerrans, Impey, Kelderman, Barguil, Vanendert, Battaglin, Valgren, Gatto, Swift, Rui Costa, Paterski, Martin

1 stella: Kreuziger, Albasini, Haas, Slagter, Vakoc
15 Aprile 2017
© Riproduzione riservata

Commenti


Non ci sono ancora commenti per questo articolo


Per lasciare un commento devi eseguire il login