Gara UCI
Ciclista UCI
Fantasquadra
Gioca gratis al fantaciclismo
MENU
HOME / BLOG / GIRO D'ITALIA: I VELOCISTI

Giro d'Italia: i velocisti

Altro
© www.direttaciclismo.it
1 commenti
22 visualizzazioni
CalendarioPubblicato il 30 Aprile 2017 alle 15:14
CONDIVIDI
Tempo di lettura: 4'
L'edizione 100 del Giro è una delle più dure degli ultimi anni, dove tappe facili praticamente non ne esistono e fino all'ultimo giorno ci sarà da sudare per conquistare la maglia rosa. Quest'anno niente passerella finale, ma si conclude con la cronometro Monza - Milano.
In questo Giro così duro però ci potrà essere gloria per tutti: dai cacciatori di tappe agli scalatori, dagli attaccanti di razza ai velocisti. Proprio quest'ultimi avranno vita dura quest'anno al Giro.
Già alla prima tappa l'arrivo in volata non è scontato, probabile ma non scontato. Il finale è movimentato e qualcuno potrebbe provare a rovinare i piani degli sprinter e a portarsi a casa la prima maglia rosa.
Poi, i velocisti, potranno ricercare gloria nella terza, nella dodicesima e nella tredicesima tappa dove l'arrivo allo sprint sembra ovvio. Ma anche nella quinta tappa, ma le loro squadre dovranno essere brave a ricucire la fuga che molto probabilmente sarà andata via nella prima parte di corsa, piuttosto nervosa e con alcune ascese. Ultima chance la tappa sette ma anche qui i velocisti dovranno fare attenzione al finale con qualche finisseur che potrebbe metterli in scacco.
Insomma 4,5 al massimo 6 possibilità per gli sprinter di alzare le braccia al cielo e queste, le tappe sopraelencate dove potrete schierarli come capitani nelle vostre formazioni. Ma chi saranno i veri protagonisti degli ultimi 200 metri alla Corsa Rosa ? Qui di seguito, li abbiamo divisi in ordine di stellette, con annessa spiegazione dopo.

5 Stelle: Greipel, Ewan e Gaviria
4 Stelle: Modolo e Nizzolo
3 Stelle: Cimolai, Bennett, Mareczko e Stuyven
2 Stelle: Sbaragli, Ruffoni, Pelucchi, Porsev e Zabel.
1 Stella: Hofland, Ferrari, Ventoso e Belletti.
La sorpresa ? Bennati

Perché 5 stelle a Gaviria, Greipel ed Ewan? Basta il nome per motivare le loro 5 stelle. Sulla carta sono i più forti e saranno gli uomini da battere.
Modolo e Nizzolo, corrono in casa e ci aspettiamo grandi cose da loro. Nizzolo, è vero, arriva da un brutto infortunio, ma anche da due maglie rosse consecutive al Giro, sa come si arriva tra i primi e quest'anno vorrà anche vincere. Modolo invece sa vivendo un inizio di stagione sorprendente con una campagna del Nord che l'ha visto sugli scudi e ora esce da un ottimo Giro di Croazia dove si è pure portato a casa due tappe, vorrà fare altrettanto bene alla Corsa Rosa.
Cimolai proverà a giocarsi le sue carte come ha fatto in Catalogna e vi ricordiamo che aveva sverniciato un certo Bouhanni, non uno qualunque. Mareczko è il predestinato, classe 94 e quest'anno, da lui, si aspettano tutti la prova di maturità. Arriverà al Giro ? Forse si. Bennett arriva da una vittoria alla Parigi - Nizza e quest'anno ha già fatto vedere cose interessanti. In volata, insieme al suo compagno Pelucchi, potranno farne delle belle. Stuyven, tirerà le volate a Nizzolo o farà la sua corsa ? Sui percorsi duri potrebbe tenere meglio di molti altri e quindi, potrebbe giocarsi le sua chance nelle tappe più movimentate. Come quest'ultimo anche Sbaragli da il meglio di sé quando il finale non è proprio semplice e in questo Giro di finali complicati ce ne sono parecchi, Kristian vorrà metterci lo zampino come ha fatto qualche anno fa alla Vuelta. Ruffoni, immaginarmelo vincente è difficile, ma non si sa mai. Più realistico che ottenga qualche podio. In Croazia, però, qualche giorno fa ha rifatto il pelo a tutti e sottovalutarlo potrebbe essere un errore e poi, si sa, la Bardiani alla Corsa Rosa trova sempre motivazioni maggiori che nelle altre gare. Porsev ha lasciato la Katusha per approdare alla Gazprom, è da un po' che non vince e nelle volate cercherà la gloria personale. Rick è ancora molto giovane, avrà tempo per crescere, ma al momento non sembra avere lo stesso smalto del padre. Potrà ottenere qualche piazzamento, non di più.
Tra quelli da "una stella" abbiamo messo i corridori che potrebbero essere le seconde scelte del team o gli apripista del velocista di punta. Discorso diverso per Ventoso che ha un bello spunto veloce, ma di certo non è in grado di competere con i velocisti puri. Se la Bmc punterà su di lui per le volate di gruppo, probabilmente, non otterranno molto.
Bennati lo mettiamo come la sorpresa, è passato alla Movistar e potrebbe essere l'uomo squadra di Quintana oppure potrebbe avere più spazio per lui e di vederlo sprintare non mi stupirei affatto. Qualche piazzamento potrebbe coglierlo.
30 Aprile 2017
© Riproduzione riservata

Commenti


Non ci sono ancora commenti per questo articolo


Per lasciare un commento devi eseguire il login