Gara UCI
Ciclista UCI
Fantasquadra
Gioca gratis al fantaciclismo
MENU
HOME / BLOG / GIRO D'ITALIA: I CACCIATORI DI TAPPE

Giro d'Italia: i cacciatori di tappe

Altro
© www.oasport.it
6 commenti
112 visualizzazioni
CalendarioPubblicato il 02 Maggio 2017 alle 21:32
CONDIVIDI
Tempo di lettura: 3'
Come vi dicevamo di finali movimentati in questo Giro d'Italia è pieno. Già alla seconda tappa c'è da affrontare la salita di Genna Silana di seconda categoria che potrebbe essere trampolino di lancio per qualche intrepido che si lanci poi in picchiata verso Tortolì. Un singolo difficilmente arriverà al traguardo ma se si staccasse un gruppettino di coraggiosi poi andarli a riprendere potrebbe essere complicato.
Nella quinta tappa sarà una sfida tra sprinter e attaccanti, anche se in questo caso i velocisti sembrano nettamente favoriti; la sesta tappa prevede invece 2 km di salita nel finale, per far la differenza servirà davvero una gran gamba ma gli attaccanti di razza non esiteranno a provarci.
La tappa 7 vede nuovamente favoriti gli sprinter ma il finale è insidioso e qualche finisseur potrebbe cercare il colpo di mano.
L'arrivo di Peschici nella tappa 8 prevede un finale con pendenze che raggiungono anche il 12%. Un breve muro che potrebbe dar gloria a qualcuno di inaspettato. La tappa degli Appennini potrebbe causare parecchio scompiglio; è una tappa imprevedibile dove potrebbero trovar gloria gli outsider come i big della corsa.
Nella tappa 14 si arriva a Oropa, la salita di Pantani e in quanti si ricordano il numero di Battaglin nel 2014 ? Il corridore dello Lotto quest'anno, probabilmente, dovrà essere al servizio del signor Kappa ma qualche cagnaccio potrebbe cercare di emularlo, sognando l'impresa sulla salita del Pirata.
Una delle tappe più insidiose potrebbe essere la quindicesima con arrivo a Bergamo, il finale complicato, con pavé e pendenze fino al 12% sono ingredienti perfetti per chi vuole scompigliare le carte in tavola.
Nei tapponi di montagna invece qualche scalatore finito fuori classifica cercherà almeno di conquistare una vittoria di tappa.

Ma chi saranno i veri attaccanti che potranno fare il colpaccio ? In questo caso dipenderà molto dalle formazioni.
Per esempio alcuni finali sono adattissimi a corridori come Gasparotto e Visconti della Bahrein, ma quest'ultimi, probabilmente, dovranno restare al servizio di Vincenzo, abbandonando i loro sogni di gloria. Stesso discorso vale per gli uomini di Team Sky, Lotto NL Jumbo e Movistar che saranno tutti per il proprio capitano. Corridori che potrebbero fare il colpaccio potrebbero essere Haas della Dimension Data, quarto all'Amstel e Stuyven che arriva da un buon inizio di stagione e ci si aspettano grandi cose anche dalla coppia azzurra Ravasi e Conti della UAE, soprattutto da quest'ultimo.
Protagonisti saranno anche Paterski e Ponzi della CCC insieme a corridori come Bak, Hansen, Roy e i russi della Gazprom.
Squadre sempre all'attacco saranno la Cannondale che cercherà di fare classifica con Rolland ma agirà in avanscoperta con Formolo, Dombrowski, Carty, Villella e Slagter, la Bmc, invece, proverà a far classifica con Dennis e Van Garderen ma cercheranno i successi di tappa con Hermans e Teuns, quest'ultimo ce lo giochiamo come grande favorito dell'8a tappa. Segnatevelo.
Altre squadre che saranno nel vivo delle azioni d'attacco saranno la Bardiani con Boem, già vincitore al Giro, Maestri, l'uomo delle fughe e tutti gli altri del Green Team che cercheranno il successo con la volontà di mettersi in mostra. Ci piace pensare, anche, che la squadra più combattiva di tutte sarà l'Astana che correrà per Michele con la voglia di onorarlo con Hansen, Cataldo, Sanchez, Kangert e gli altri 4.

02 Maggio 2017
© Riproduzione riservata

Commenti


Non ci sono ancora commenti per questo articolo


Per lasciare un commento devi eseguire il login