Gara UCI
Ciclista UCI
Fantasquadra
Gioca gratis al fantaciclismo
MENU
HOME / BLOG / GIRO D'ITALIA: ZOOM SULLE SQUDRE

Giro d'Italia: zoom sulle squdre

Altro
© pedaletricolore.it
0 commenti
39 visualizzazioni
CalendarioPubblicato il 03 Maggio 2017 alle 18:20
CONDIVIDI
Tempo di lettura: 7'
Bahrain: Nibali è alla ricerca del terzo successo alla Corsa Rosa che lo farebbe entrare nella storia del Giro. Sarà supportato in salita dal fedele Agnoli, Visconti e Pellizotti. Diversi finali di tappa possono essere adatti a un corridore come Gasparotto che potrebbe però essere utile alla causa di Nibali, abbandonando i suoi sogni di gloria.

Ag2r: l'uomo di classifica sarà Pozzovivo che verrà aiutato a migliorare il suo miglior risultato al Giro (5a posizione) da Dupont, Geniez e Montaguti, quest'ultimo in grado di cercare anche il successo di tappa nelle frazioni più movimentate. Ha trovato la vittoria al Tour of the Alps dopo diversi anni, non gli dispiacerà ripetersi anche alla Corsa Rosa.

Astana: la squadra kazaka sta vivendo un momento bruttissimo. Dopo il forfait di Aru ha vissuto anche la scomparsa di Scarponi e per ricordare Michele ha deciso di non sostituirlo e di correre con un uomo in meno. Massimo rispetto. Sarà una vera e propria squadra di attaccanti, in salita con Kangert e Cataldo, con Dario che potrebbe essere grande protagonista anche nelle cronometro. Sanchez invece potrebbe trovare il colpo di mano nella tappe con il finale più complicato. Senza dimenticarsi di lottatori del calibro di Zeits, Tiralongo e Hansen.

Bardiani: ci sarà sempre uno di loro nella fuga del giorno per mettersi in mostra e cercare la vittoria con corridori come Maestri, sempre in fuga alla Tirreno, Boem già vincitore di una tappa al Giro, Andreetta, il giovane Rota e Albanese protagonista di un'ottima Amstel Gold Race. Avranno a disposizione anche Ruffoni per le volate e Pirazzi e Ciccone per le tappe di montagna.

Bmc: la squadra americana tenterà di fare classifica con Van Garderen e Dennis che potranno pagare le moltissime salite ma avranno dalla loro le due cronometro. Hermans e Teuns sono uomini adatti per finali nervosi, soprattutto il giovane Dylan, terzo alla Freccia. L'uomo più veloce del team è Ventoso ma potrà dire la sua solamente con un gruppetto ristretto di corridori. Quinziato, invece, cercherà un buon risultato nelle cronometro.

Bora: nelle volate potranno dire la loro con Bennett e Pelucchi. Benedetti è migliorato molto e sarà spesso all'attacco. In salita il corridore più quotato pare Konrad.

Cannondale: ha una squadra completa che potrà fare classifica con più di un uomo a partire da Rolland, proseguendo con il giovane Carty e Formolo, anche se Roccia, forse, è più adatto a cercare il successo di tappe in frazioni imprevedibili e impegnative. Saranno spesso all'attacco anche Slagter, Villella e Dombrowski.

CCC Sprandi: la squadra polacca è una delle meno quotate in questo Giro e giocherà le sue carte: inserendo un corridore nella fuga di giornata, con Paterski, il corridore più blasonato del team e con Samoilau, discreto cronoman.

Fdj: il team francese punta forte su Pinot che sarà aiutato nella sua impresa di vincere il Giro da Reichenbach e Morabito. Roy è un attaccante nato, ma il transalpino potrebbe essere utilizzato per stare in testa al gruppo a tirare insieme a Ludvigsson, specialista delle prove contro il tempo.

Gazprom: la formazione russa è una delle quattro squadre invitate e proprio per questo non vorrà sfigurare. Si metteranno in mostra soprattutto con attacchi in salita vista la sfilza di discreti scalatori presenti in rosa, uno su tutti Foliforov, vincitore della cronoscalata della passata edizione.

Lotto Soudal: inutile nascondere che nelle volate saranno assoluti protagonisti con Hofland e soprattutto il gorillone Greipel. Difficilmente riusciranno a fare una buona classifica visto che il loro uomo di punta sarà Monfort che se centrasse un piazzamento nei 10 sarebbe già un risultato super. Potremmo trovarci casacche rosse spesso in fuga grazie ai mai banali Hansen e Bak.

Movistar: è una formazione di tutto rispetto e capitana da Nairo Quintana, favorito numero uno nelle tre settimane. Il colombiano sarà spalleggiato da corridori come Anacona, Izagirre e Amador e avrà dalla sua anche l'esperienza di Bennati. Uomo squadra indiscutibile che potrebbe buttarsi in qualche volata insieme a Rojas.

Orica: potrà fare una buona classifica con Yates "mina vagante". Ma non saranno banali nemmeno in volata vista la presenza in squadra di Ewan. Chi nelle fughe ? Il solito Tuft.


Quick Step: Jungels vorrà migliorare la sua sesta piazza dell'anno scorso, impresa assolutamente non facile. Molto più facile trovare, invece, il successo in volata con Gaviria.

Dimension Data: tutti aspettano Igor Anton e Teklehaimanot, noi invece facciamo i nomi di Berhane, Fraile e Gibbons per le salite. Che facciano un'ottima classifica non sarà facile ma potranno cogliere dei buoni piazzamenti e risultati sulle asperità del Giro. L'uomo di punta ? Haas, quarto all' Amstel e in grado di regalare spettacolo nelle tappe di media intensità. Per le volate ristrette il nome è quello di Sbaragli che potrebbe "sbaragliare" la concorrenza come ha già fatto alla Vuelta.

Katusha: la squadra è costruita in funzione di Zakarin che dopo il ritiro dell'anno scorso dovuto alla brutta caduta vuole riscattarsi e centrare almeno il podio.

Lotto Nl Jumbo: in questo caso tutti per Kruijswijk che vuole fare i conti con la beffa dell'anno scorso. Da segnalare in squadra anche la presenza di Van Emden, che a cronometro cercherà gloria personale e di Battaglin che tornerà a Oropa dove qualche anno fa era riuscito a mettersi tutti dietro.

Team Sky: il team inglese concentrerà tutte le sue forze per vincere il Giro con Thomas, tant'è che ha addirittura lasciato a casa un velocista di prima scelta come Viviani. Il gallese sarà supportato da scalatori come Elissonde, Deignan, Rosa e Landa e questi due non vanno assolutamente sottovalutati, perché anche se sacrificati per lavori di gregariato saranno comunque grandi protagonisti nei tapponi di montagna.

Sunweb: l'uomo di punta sarà Dumuolin ma è vietato sottovalutare la presenza in squadra di Kelderman e Ten Dam che saranno frecce impazzite nella Corsa Rosa. Vietato dimenticarsi però anche di Haga e Geschke.

Trek: Nizzolo cerca la terza maglia rossa consecutiva o meglio la prima ciclamino, ma soprattutto la vittoria che al Giro è maledizione per lui. L'uomo di classifica sarà Mollema, mentre l'uomo per i finali più insidiosi sarà il belga Stuyven.

UAE: proverà a fare classifica con Rui Costa ma difficilmente il portoghese sarà protagonista per la classifica generale. Potranno far vedere belle cose anche Ravasi e Conti, quest'ultimo già più volte in grado di far sognare i tifosi italiani. Nelle volate spazio a un Modolo in una forma strepitosa che sarà pilotato negli sprint da Mohoric e Ferrari.

Wilier: nella squadra di Scinto sono presenti discreti scalatori ma sarà nelle volate che potranno dire la loro con Mareczko. Mai banale invece la presenza di Pozzato che cercherà almeno un successo di tappa.




03 Maggio 2017
© Riproduzione riservata

Commenti


Non ci sono ancora commenti per questo articolo


Per lasciare un commento devi eseguire il login