Gara UCI
Ciclista UCI
Fantasquadra
Gioca gratis al fantaciclismo
MENU
HOME / BLOG / COS'è IL FANTACICLISMO? STORIA ED EVOLUZIONE

Cos'è il fantaciclismo? Storia ed evoluzione

Altro
© www.fantabike.com
0 commenti
210 visualizzazioni
CalendarioPubblicato il 10 Gennaio 2019 alle 05:18
CONDIVIDI
Tempo di lettura: 4'
Il fantaciclismo è un fantasy game sul ciclismo dove i partecipanti devono gestire delle formazioni virtuali di ciclisti reali.
Il boom dei giochi fantasy sport esplode verso la metà degli anni 80 negli Stati Uniti dove la passione per il football americano prima, ed il baseball poi, hanno gettato importanti basi per i fantasy games attuali.

Tuttavia, mentre negli USA questa tipologia di giochi era già una realtà affermata, l'Italia è venuta a conoscenza di questo svago solamente nel 1990 quando Riccardo Albini, brillante giornalista sportivo, ebbe l'intuizione di fondare un fantasy game sul calcio riadattando le regole del fantasy football americano al nostro campionato: nacque così il fantacalcio!
Da quel momento fu tutto un susseguirsi di invenzioni, rivisitazioni, adattamenti a sport differenti che permisero la nascita di centinaia di fantasy sport games: fantaciclismo, fantabasket (nato molto prima vista la forte influenza negli Stati Uniti), fantavolley, fantaF1, fantamotoGP, fantatennis, ecc...

La storia del fantaciclismo

A differenza del fantacalcio di cui si hanno origini storiche ben precise, il fantaciclismo non ha una storia altrettanto definita.
Non essendo infatti il ciclismo uno sport molto seguito negli USA, ci sono voluti diversi anni prima che qualche società importante pubblicizzasse questo tipo di fantasy game.
Il primo riferimento ad un fantaciclismo inteso come quello attuale risale al 1990 quando, grazie al fenomeno mediatico di Greg Lemond, la NBC organizzò un concorso a premi in cui veniva chiesto ai propri lettori di indicare i meglio piazzati al Tour De France 1990.
Per quanto riguarda invece il nostro paese, il primo riferimento storico al fantaciclismo risale al 2004 quando FantaBike (non ha nulla a che fare con noi) in collaborazione con le riviste "Ciclismo" e "Cyclist Magazine" organizzarono un concorso a premi chiamato "Fantacoppa del mondo". Questo concorso, limitato ai soli lettori che acquistavano la rivista cartacea, permetteva di scegliere i piazzati sul podio nelle 5 classiche monumento (Milano Sanremo, Giro delle Fiandre, Parigi Roubaix, Liegi Bastogne Liegi e Lombardia) ed il fantavincitore si portava a casa una bicicletta come premio.

Ad oggi ci sono moltissimi portali che offrono la possibilità di divertirsi con il fantaciclismo, ognuno però con le sue regole ed i suoi meccanismi.
Noi ad esempio seguiamo il più classico fantacalcio presentando (e siamo gli unici al mondo) anche le avvincenti leghe private; altri portali di fantaciclismo richiedono solo di scommettere su chi per noi sia il vincitore; altri ancora non assegnano punti in base al piazzamento, ma tengono conto dei secondi di distacco.
Insomma, allo stato attuale delle cose non esiste un regolamento fisso e rigido come lo è per il fantacalcio.

Il marchio del fantaciclismo è attualmente posseduto da Quadronica (la società che gestisce il portale di Fantagazzetta che è il leader nel settore del fantacalcio in Italia) che lo ha acquistato dalla società Gedi nell'agosto 2016. Quadronica, che era fortemente interessata a ritirare il marchio Fantacalcio, ha infatti acquistato per 2 milioni di euro i un pacchetto che comprendeva anche i marchi Fantacalcio Manager, Federazione Fantalcalcio, Fantatour, Fantamondiale, Fantaciclismo, Superfantacalcio, Fantachampions, Fantagiro, Fantabasket, Fantacampioni, Fantascudetto. I domini oggetto della vendita sono: fantacalcio.eu, fantacalcio.it, superfantacalcio.it, fantacampioni.it, fantachampions.com, fantalegabasket.it, fantagiro.it, fantamondiali.it, fantamondiale.net, fantatour.it.
10 Gennaio 2019
© Riproduzione riservata

Commenti


Non ci sono ancora commenti per questo articolo


Per lasciare un commento devi eseguire il login