Gioca al fantaciclismo
FantaBike offre a tutti gli appassionati di ciclismo il fantaciclismo, un gioco gratuito per divertirsi con tutte le gare WorldTour.
Gioca gratis al FANTACICLISMO di FantaBike
FantaBike offre a tutti gli appassionati di ciclismo il fantaciclismo, un gioco gratuito per divertirsi in tutte le gare WorldTour.
Classifica
News
Regolamento
Calendario gare
Squadre WorldTour
Quotazioni ciclisti
Elenco partenti
21
Mag 2018
21
Mag 2018
FLASH NEWS
COME SI GIOCA
Crea la tua squadra
Ricevi i tuoi primi 450 MLN
Acquista 25 atleti nella tua rosa
Schiera 9 tuoi atleti nelle gare
Ottieni pt in base al piazzamento
Diventa il miglior manager d'Italia
REGOLAMENTO
PROSSIMA GARA
Critérium du Dauphiné

Giorni
Ore
Minuti
Secondi
VAI ALLA GARA
CLASSIFICA 2018
CHAT PUBBLICA
BaracusBaracus: come novità proporrei un bonus di punti per chi è anche il ciclista che mano mano diventa leader d...
BaracusBaracus: scusate la ripetizione si è impallato il pc e cliccando mi ha rimandato più volte lo stesso messag...
BaracusBaracus: facendo una battuta bisognerebbe ingaggiare un matematico o uno statista in squadra per calcolare be...
BaracusBaracus: facendo una battuta bisognerebbe ingaggiare un matematico o uno statista in squadra per calcolare be...
BaracusBaracus: facendo una battuta bisognerebbe ingaggiare un matematico o uno statista in squadra per calcolare be...
BaracusBaracus: facendo una battuta bisognerebbe ingaggiare un matematico o uno statista in squadra per calcolare be...
BaracusBaracus: facendo una battuta bisognerebbe ingaggiare un matematico o uno statista in squadra per calcolare be...
BaracusBaracus: facendo una battuta bisognerebbe ingaggiare un matematico o uno statista in squadra per calcolare be...
BaracusBaracus: avete fatto l'esempio di nibali e altri però quello più emblematico è quello di valverde che è s...
BaracusBaracus: invece come avete detto quando uno che fa anche bene poi scende di tanto l'algoritmo bisogna riveder...
BaracusBaracus: per esempio mi è piaciuto il fatto che un ciclista poco conosciuto che compri poi aumenti molto di ...
CHAT COMPLETA
PREMIO FINALE
PREMI IN FANTABIKE
Clicca sull'immagine per le condizioni
SITI AMICI

GIRO D'ITALIA 2018: I FAVORITI

13:31, 02 Maggio 2018
Tempo di lettura: 2'
Ciclisti Brutti
Saranno 3562,9 i chilometri che decreteranno il vincitore del 101° Giro d'Italia. Sarà un giro duro, tosto, imprevedibile, già dalla prima settima.
Ci sarà l'arrivo in salita sullo Zoncolan e bisognerà affrontare, nella terza settimana, il Colle delle Finestre dove Paolo Savoldelli nel 2005 rischiò di perdere la Corsa Rosa. Ci saranno due cronometro individuali dove gli specialisti (Dumoulin, Froome, Dennis) dovranno cercare di guadagnare maggior terreno possibile. La prima prova contro il tempo, breve (9,7 km), sarà nella giornata inaugurale del Giro e consegnerà la prima maglia rosa, ben più importante sarà la Trento - Rovereto di 34 chilometri dove chi sa andare forte contro il tempo potrà cogliere una buona occasione per guadagnare secondi importanti.

Tom Dumoulin: si ripresenta al Giro con la voglia di bissare il successo della passata edizione. Finora la Farfalla di Maastricht si è vista poco e la sua condizione è un'incognita (già nella prima settimana sarà fondamentale essere in una buona forma visto che ci sarà l'arrivo in salita sull'Etna). Sappiamo che sullo sterrato se la sa cavare, che a cronometro è un mostro e che in salita non teme nessuno, ma le arcigne pendenze dello Zoncolan lo respingeranno ?
È sicuramente uno dei grandi favoriti per la vittoria finale ma il suo arrivo a Roma in rosa non è poi così ovvio.

Miguel Angel Lopez: il talento colombiano ha già mostrato al Tour of the Alps di essere in un'ottima condizione e al Giro d'Italia sarà supportato da una formazione di livello assoluto con Kangert, Hirt, Lutsenko, Sanchez e Bilbao. Dovrà difendersi a cronometro e volare in salita, non va assolutamente sottovalutato e potrebbe c’entrare il colpo grosso.

Domenico Pozzovivo: il Domenico visto fino a questa parte di stagione è forse uno dei migliori Pozzovivo di sempre. Secondo al Tour of the Alps, quinto alla Liegi, sempre pimpante, cattivo in salita e da quest'anno lucido anche in discesa. Può diventare un cliente scomodo per tutti e può ambire a una top five o al tanto sognato podio.

Giulio Ciccone: al Tour of the Alps ha dimostrato di poter stare con i migliori ma dal tenere le ruote dei primi a vincere il Giro d'Italia c'è un abisso. Saprà comunque essere protagonista, ambirà a una top ten e cercherà il successo almeno in una tappa.
Rohan Dennis: non è la prima volta che l'australiano viene respinto dalle corse a tappe di tre settimane e alcune pendenze sembrano davvero proibitive per lui.

Davide Formolo: Roccia cercherà di puntare alla classifica generale e un piazzamento nella top ten è assolutamente alla sua portata. Potrebbe addirittura fare nei 5, ma meglio di così è difficile da immaginare. Sicuramente non si tirerà indietro.

Thibaut Pinot: il quarto posto dell'anno scorso non gli è ancora andato giù e quest'anno cerca riscatto. Ha vinto il Tour of the Alps senza, presumibilmente, essere al top della forma, a cronometro si sa difendere e in salita non ha paura di attaccare. Punta deciso (almeno) al podio. Il francese sarà una bella gatta da pelare per tutti.

Ben Hermans: probabilmente per una top ten a Roma metterebbe la firma già ora ma potrebbe anche uscire di classifica per cercare successi di tappa.

Esteban Chaves: sulle strade del Giro sperano tutti di rivedere il vero Chaves e quest’anno potrebbe essere l’anno buono. Tutt'ora non parte con i favori del pronostico dalla sua parte e si avvicina alla Corsa Rosa a fari spenti ma potrebbe essere la sorpresa della competizione. Ha già dimostrato di avere i numeri per puntare al podio.

Simon Yates: in casa Mitchelton potranno contare, oltre che su Chaves, anche sull'inglese Yates ha le capacità per stare con i primi per giocarsi le posizioni alte della classifica generale. Inoltre essere in coppia con Chaves, nelle tappe conclusive, potrebbe essere un ottimo aiuto.

Carlos Betancur: la Movistar, incredibilmente, non schiera nessuno tra Soler, Landa, Quintana e Valverde al Giro e si affida a Betancur. Il colombiano alla Vuelta dell'anno scorso stava tornando ad essere il bel corridore che avevamo potuto apprezzare ma una brutta caduta l'ha fermato. Pensare che possa vincere il Giro è utopia ma cercherà di battagliare con i primi o cercherà successi di tappa. Vuole tornare a essere competitivo e la fiducia affidatagli dalla squadra potrebbe fargli bene.

Louis Meintjes: siamo abituati a vederlo, da anni, attaccato alla coda del gruppetto principale senza fare nulla di più. Pensare che la tendenza cambi a questo Giro d'Italia è difficile. Potrebbe trovare un risultato tra i primi dieci anche perché è piuttosto motivato e pronto a partire (è stato tra i primi ad arrivare a Israele) ma dovrà fare attenzione anche al suo compagno di squadra O’Connor, grande protagonista al Tour of the Alps e vincitore di una frazione, che potrebbe rubargli la scena.

Michael Woods: se arrivasse sul podio o nei primi 5 a Roma la cosa non mi stupirebbe. Una Vuelta 2017 da assoluto protagonista e un secondo posto alla Liegi 2018. Michael Woods potrebbe diventare davvero pericoloso per tutti, meglio non sottovalutarlo.
George Bennett: un altro di quei corridori che ogni anno fa dei piccoli miglioramenti. La top ten è assolutamente alla sua portata ma cercherà di scalare più posizioni possibili e di lasciare il segno nella Corsa Rosa.

Chris Froome: senza alcun dubbio ha gli occhi di tutti puntati addosso, è il grande favorito. Fino alla fine si giocherà la vittoria del Giro 101. Sarà supportato, come sempre, da una squadra costruita tutta su di lui, con Elissonde ed Henao che risulteranno fondamentali per il successo finale che non è, però, così scontato. La concorrenza è agguerrita e il Frullatore dovrà mettersi alla prova sulle insidie delle salite italiane alle quali non è abituato. Potrebbe, anche lui, andare in difficoltà sulle pendenze delle Alpi o vivere momenti difficili sullo sterrato del Colle delle Finestre. Se vorrà conquistare il Trofeo senza fine dovrà combattere fino all’ultimo metro, non sarà una passeggiata.

Gianluca Brambilla: il capitano in casa Trek dovrebbe essere lui mentre Pantano dovrebbe andare alla ricerca dei successi di tappa, scelta abbastanza particolare. Strada facendo la tendenza potrebbe invertirsi.

Fabio Aru: sul talento sardo ci sono grandissime aspettative. Al Tour of the Alps non sono arrivati segnali positivi ma il Cavaliere dei Quattro Mori ha rassicurato tutti che la condizione sta decisamente migliorando. Nei primi dieci giorni potrebbe fare fatica e pagare dazio ma punta a dare spettacolo e a mettere in crisi gli avversari nella seconda parte della Corsa che egli ritiene fondamentale. Non sappiamo se vincerà il Giro d'Italia ma sappiamo con certezza che non mollerà mai nemmeno un centimetro. Grinta e caparbietà lo spingeranno a dare di più. Da top 5 minimo.

Da segnalare anche corridori come Zardini, Torres, Geniez e Goncalves che tenteranno di stare nella top ten il più a lungo possibile ma se dovessero fallire si potranno immolare per la maglia di miglior scalatore o alla ricerca di un successo di tappa.

***** Lopez, Pinot, Froome, Dumoulin
**** Aru, Woods
*** Pozzovivo, Chaves, Yates
** Formolo, Meintjes, G. Bennett,
* Ciccone, Dennis, Hermans, Betancur, Brambilla, Pantano, O’Connor
COME SI GIOCA
Crea la tua squadra
Ricevi i tuoi primi 450 MLN
Acquista 25 atleti nella tua rosa
Schiera 9 tuoi atleti nelle gare
Ottieni pt in base al piazzamento
Diventa il miglior manager d'Italia
REGOLAMENTO
PROSSIMA GARA
Critérium du Dauphiné

Giorni
Ore
Minuti
Secondi
VAI ALLA GARA
CLASSIFICA 2018
CHAT PUBBLICA
BaracusBaracus: come novità proporrei un bonus di punti per chi è anche il ciclista che mano mano diventa leader d...
BaracusBaracus: scusate la ripetizione si è impallato il pc e cliccando mi ha rimandato più volte lo stesso messag...
BaracusBaracus: facendo una battuta bisognerebbe ingaggiare un matematico o uno statista in squadra per calcolare be...
BaracusBaracus: facendo una battuta bisognerebbe ingaggiare un matematico o uno statista in squadra per calcolare be...
BaracusBaracus: facendo una battuta bisognerebbe ingaggiare un matematico o uno statista in squadra per calcolare be...
BaracusBaracus: facendo una battuta bisognerebbe ingaggiare un matematico o uno statista in squadra per calcolare be...
BaracusBaracus: facendo una battuta bisognerebbe ingaggiare un matematico o uno statista in squadra per calcolare be...
BaracusBaracus: facendo una battuta bisognerebbe ingaggiare un matematico o uno statista in squadra per calcolare be...
BaracusBaracus: avete fatto l'esempio di nibali e altri però quello più emblematico è quello di valverde che è s...
BaracusBaracus: invece come avete detto quando uno che fa anche bene poi scende di tanto l'algoritmo bisogna riveder...
BaracusBaracus: per esempio mi è piaciuto il fatto che un ciclista poco conosciuto che compri poi aumenti molto di ...
CHAT COMPLETA
PREMIO FINALE
PREMI IN FANTABIKE
Clicca sull'immagine per le condizioni
SITI AMICI
Regolamento - FAQ - Tos - Privacy - Cookies - Contatti
Copyright © 2012 - 2018 - www.fantabike.com